Categories
Blog Fotografia

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus

Uno studio, effettuato da Matrimonio.com, dice che a causa del Coronavirus, e su un campione di 2600 matrimoni tra Italia, Francia e Spagna, ben il 91,3% delle coppie ha deciso di rimandare cerimonia e party, mentre solo il restante 8,7% di cancellare la celebrazione.

Insomma, non siete soli: il Covid-19 ha purtroppo intaccato i piani di nozze di davvero tantissime persone, già pronte a convolare. 

E cosa fare, dunque, quando un accadimento di portata come quello che stiamo vivendo, obbliga davvero tante coppie a rimandare il giorno più bello? Basta agire con tempismo, prendendola con filosofia, e concentrandosi su alcuni aspetti, in attesa di poter rivedere l’orizzonte di questa giornata il prima possibile. 

Prendete penna e agenda, dunque, e prepariamoci insieme all’azione!

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: wedding planner in azione

La figura del wedding planner è, sotto molti aspetti, salvifica: perché si assume la responsabilità della parte più pratica, dei contatti, del controllo che tutto avvenga secondo i piani. Di conseguenza, se ne hai assunto uno, contattalo immediatamente: sarà sua premura riformulare e rivedere date e disponibilità, insieme a te.

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: contattare i fornitori

La prima cosa da fare è contattare tutti i fornitori: fotografo di matrimonio, location, catering, floral designer, eventuali musicisti e dj. Accordiamoci innanzitutto col loro, chiedendo quali sono le disponibilità future nella loro agenda. Magari non avverrà tutto immediatamente, ma di sicuro troverete un accordo che potrà accontentare tutti!

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: il fotografo

Il fotografo di matrimoni, spesso, agisce da solo (o… in coppia! Come mai? Dai un’occhiata qui): la sua agenda, per questo, è più limitata, spesso. O, comunque, può avere qualche limitazione in più rispetto agli altri fornitori, come il catering, per esempio. Considerate dunque, di contattarlo il prima possibile in modo che la nuova data che state programmando non sia già stata occupata da altri cambiamenti.

Ovviamente, a questo conseguono anche tante altre azioni: se avete già mandato le partecipazioni, perché non ricontattate tutti i vostri invitati, magari tramite Whatsapp, con un messaggio in cui includere una grafica dedicata, simile a quella della partecipazione, in cui indicate che la celebrazione è rimandata? Non solo: se avete già la prossima data, non scordatevi di inserirla, assieme al consueto “RSVP”!

Perché non è vero che, per dirla con Manzoni, “Questo matrimonio non s’ha da fare”: il vostro sì ci sarà, e, come tutte le cose tanto attese, sarà ancora più bello ed emozionante di prima.

Categories
Blog Fotografia

10 consigli per scegliere il fotografo del tuo matrimonio

Come scegliere il fotografo del tuo matrimonio? Una domanda più che lecita. Perché sarà questa figura, che va oltre il professionista – essendo un ibrido tra artigiano, artista e tecnico –  a tramandare la memoria del tuo giorno più bello, con i suoi scatti.

E, da fotografo, posso darti alcuni consigli, ben 10, per non sbagliare nella scelta del fotografo ideale per il tuo sì.

come scegliere fotografo matrimonio

Come scegliere il fotografo per il tuo matrimonio: dieci consigli da mettere in pratica

Dallo stile, alla capacità di catturare i momenti migliori con assoluta discrezione, alla professionalità; dal portfolio, all’eventuale collaborazione con associazioni, al rispetto delle tempistiche: scegliere un fotografo di matrimoni è un’attività probabilmente articolata, ma sicuramente piacevole, che deve essere curata in ogni suo dettaglio. 

C’è uno spunto su cui riflettere, poi, oltre a tutto questo: il rapporto che si instaurerà, con questa figura, dovrà essere di assoluta fiducia, di intimità e di capacità di saper catturare ciò che davvero importa, senza intaccare l’atmosfera del giorno più bello.

E non è tutto qui, perché:

  • Scegliere un fotografo per il tuo matrimonio significa scegliere un professionista: e questo, a sua volta, significa essere sicuri delle qualità sue e del suo lavoro. La fotografia, infatti, sarà la testimonianza più autentica del giorno delle tue nozze e dei momenti più poetici, significativi, importanti;
  • Come accertarti della professionalità e delle qualità, dunque, di un fotografo per matrimoni? Non limitarti al suo portfolio, ma chiedi di poter visionare i suoi lavori completi;
  • Tradizionale, artistico o reportage? Proprio dai suoi lavori potrai scorgere quello che è il suo stile fotografico e comprendere se questo si addice alla tua personalità e al mood fotografico che stai ricercando.
  • Ma un fotografo di matrimoni si sceglie anche in base al… feeling: perché questo professionista vi accompagnerà, e dovrà farlo con la massima discrezione, durante il vostro giorno più bello. Dunque, sarà fondamentale la possibilità di parlarci personalmente e, magari, conoscerlo, incontrarlo;
  • Non solo: alcune garanzie di qualità possono rafforzare la scelta che avete fatto. Per esempio, perché non controllare se il professionista che state per ingaggiare appartiene ad associazioni di categoria, come l’Associazione Nazionale Fotografi Matrimonialisti, che garantisce, tramite una selezione, l’affidabilità e la qualità dei fotografi;
  • Una raccomandazione: prenotate in tempo, perché l’agenda dei fotografi migliori si affolla in breve tempo!
  • Sempre a proposito di tempistiche: un fotografo di matrimoni professionista non dimentica mai le vostre. Ecco perché è sempre fondamentale chiedere esattamente cosa vi verrà consegnato e, soprattutto, in quanto tempo.
come scegliere fotografo matrimonio 3

E una volta che hai maturato un’idea su come scegliere il tuo fotografo per matrimonio?

Innanzitutto, facciamo un check delle condizioni indicate a contratto: perché a volte possono esserci imprevisti, magari proprio legati a periodi come questo che stiamo scrivendo, reso così difficile dal Covid-19.

Un ultimo consiglio per scegliere il fotografo per il tuo matrimonio? Controlla che sarà davvero lui a partecipare e a scattare, senza che mandi altri collaboratori.

Insomma, poche ma semplici regole che, se applicate, sapranno garantirti la miglior scelta: perché gli scatti del tuo giorno più bello sapranno – se fatti con maestria, con rispetto e con capacità di interpretazione – ridarti le emozioni più autentiche e intatte del giorno più importante della tua vita. 

Categories
Blog Fotografia

Anfm Album Fotografo Singolo 2019

Qualche giorno fa sono stati votati gli album di matrimonio nell’annuale contest di ANFM, associazione nazionale fotografi di matrimonio. Solitamente viene fatto durante una convention in cui si trovano fotografi di tutta Italia a fare formazione, evento bellissimo e utilissimo per noi della categoria. Quest’anno per ovvi motivi non si poteva farlo di persona ma e’ stato fatto online con una grande organizzazione.

Era la prima volta che partecipavo e posso dire che sono rimasto molto contento del risultato. Ho preso un punteggio totale di 77 (su una scala da 0 a 100) e non e’ per niente male visto che di solito sopra gli 80 arrivano i finalisti.

Ecco l’album che ho presentato, da un matrimonio ad Arezzo.

Categories
Blog Fotografia

Ritorno ad Assisi Wedding in Reportage 2017

La mia prima esperienza ad un workshop di fotografia risale al 2015 quando presi parte ad Assidi Wedding Reportage. Ricordo che ero davvero molto emozionato. Non ero ancora un fotografo professionista e avevo pochissima esperienza in questo settore. Ero solo un appassionato di fotografia che aveva scattato un paio di matrimoni, ma ero molto motivato.

Un po’ di tempo fa (nel Febbraio 2017) ho deciso di partecipare nuovamente ad un’altra edizione carico di una nuova curiosità. 2 piene stagioni matrimoniali di esperienza alle spalle erano quel bagaglio che mi portavo dietro e avevo aspettative diverse.

Questa volta gli invitati a “insegnare” erano: Fer Juaristi, Roberto Panciatici e Rosita Lipari: tre approcci completamente diversi alla fotografia che mi hanno dato tanti nuovi input.

Fer, un ragazzo semplice dal Messico, energetico e molto alla mano. Mi ha fatto capire che non e’ importante essere o dimostrare di essere il miglior fotografo del mondo, ma e’ sufficiente essere diverso e creare bellissimi lavori.

Come realizzare ciò? Inizia con eliminare l’ovvieta’ dalle tue immagini, sviluppa e ricerca la tua personale visione e i tuoi lavori cominceranno ad essere interessanti.

Poi Rosita, una vera artista, che e’ stata premiata nel 2016 al secondo posto come miglior fotografo del 2016 dall’Associaziona Nazionale Fotografi di Matrimonio (di cui faccio parte anch’io). Insieme a suo marito Michele formano una coppia che ama catturare “vere emozioni”, uno stile puramente reportagistico ma con tanta carica emozionale. Il loro lavoro e’ davvero da inspirazione e mi ha fatto riflettere molto anche sul mio.

Se vuoi stimolare la tua visione devi guardare le cose con gli occhi di un bambino che e’ ancora sorpreso dal mondo, cercando l’attenzione nei dettagli e nelle piccole cose.

E ancora ” Le fotografie sono immagini create dalla luce riflessa nel mondo, se conosci la luce troverai anche le immagini” dice Rosita, e penso sia assolutamente vero.

Passare quei giorni in immersione totale con loro e tanti altri bravissimi fotografi da tutta Italia e’ stato assolutamente magico per me. A posteriori, se anche potessi ricordare un piccolo 1% di quello che mi e’ stato insegnato, sarebbe gia’ un bel successo.

I workshop sono bellissime opportunita’ non solo per imparare ma anche per condividere. Si ha l’opportunita’ di conoscere il punto di vista di altri fotografi e creativi e di conseguenza interrogarsi su nuovi aspetti della fotografia. Cosi’ come si ha bisogno di uno specchio per potersi vedere riflessi, le opinioni degli altri sulla tua fotografia sono importanti per “giudicare” i tuoi lavori. La fotografia riflette quello che sei veramente e a volte e’ difficile essere oggettivi sul proprio lavoro.

assisi wedding in reportage 2017 5

Tornato a casa da questa bellissima esperienza e’ arrivato il momento di concentrarsi su come migliorare il mio lavoro e su cosa cercare di trasmettere con le mie fotografie.

Questo worskhop mi ha fatto conoscere un po’ meglio me stesso e voglio cominciare da qui per cercare di diventare un fotografo migliore, e forse anche una persona migliore.

Riferimenti

https://www.assisiworkshop.it

https://ferjuaristi.com

https://www.robertopanciatici.com

https://www.primopianophotografica.com