Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus

Uno studio, effettuato da Matrimonio.com, dice che a causa del Coronavirus, e su un campione di 2600 matrimoni tra Italia, Francia e Spagna, ben il 91,3% delle coppie ha deciso di rimandare cerimonia e party, mentre solo il restante 8,7% di cancellare la celebrazione.

Insomma, non siete soli: il Covid-19 ha purtroppo intaccato i piani di nozze di davvero tantissime persone, già pronte a convolare. 

E cosa fare, dunque, quando un accadimento di portata come quello che stiamo vivendo, obbliga davvero tante coppie a rimandare il giorno più bello? Basta agire con tempismo, prendendola con filosofia, e concentrandosi su alcuni aspetti, in attesa di poter rivedere l’orizzonte di questa giornata il prima possibile. 

Prendete penna e agenda, dunque, e prepariamoci insieme all’azione!

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: wedding planner in azione

La figura del wedding planner è, sotto molti aspetti, salvifica: perché si assume la responsabilità della parte più pratica, dei contatti, del controllo che tutto avvenga secondo i piani. Di conseguenza, se ne hai assunto uno, contattalo immediatamente: sarà sua premura riformulare e rivedere date e disponibilità, insieme a te.

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: contattare i fornitori

La prima cosa da fare è contattare tutti i fornitori: fotografo di matrimonio, location, catering, floral designer, eventuali musicisti e dj. Accordiamoci innanzitutto col loro, chiedendo quali sono le disponibilità future nella loro agenda. Magari non avverrà tutto immediatamente, ma di sicuro troverete un accordo che potrà accontentare tutti!

Cambiare la data del matrimonio a causa del Coronavirus: il fotografo

Il fotografo di matrimoni, spesso, agisce da solo (o… in coppia! Come mai? Dai un’occhiata qui): la sua agenda, per questo, è più limitata, spesso. O, comunque, può avere qualche limitazione in più rispetto agli altri fornitori, come il catering, per esempio. Considerate dunque, di contattarlo il prima possibile in modo che la nuova data che state programmando non sia già stata occupata da altri cambiamenti.

Ovviamente, a questo conseguono anche tante altre azioni: se avete già mandato le partecipazioni, perché non ricontattate tutti i vostri invitati, magari tramite Whatsapp, con un messaggio in cui includere una grafica dedicata, simile a quella della partecipazione, in cui indicate che la celebrazione è rimandata? Non solo: se avete già la prossima data, non scordatevi di inserirla, assieme al consueto “RSVP”!

Perché non è vero che, per dirla con Manzoni, “Questo matrimonio non s’ha da fare”: il vostro sì ci sarà, e, come tutte le cose tanto attese, sarà ancora più bello ed emozionante di prima.